Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

Pin It

L'istituto di Istruzione superiore Bacaredda-Atzeni nasce il 01 Settembre 2015 a seguito della fusione (accorpamento) di due storici istituti della provincia di Cagliari: l'Ottone Bacaredda di Cagliari e il Sergio Atzeni di Capoterra.

Storia dell’Istituto

La storia dell'istituto Bacaredda – Atzeni è la storia dei due istituti da cui nasce di cui ripercorriamo le fasi salienti.

L’Istituto Tecnico per Geometri Bacaredda

E' stato istituito a Cagliari nell’anno scolastico 1941-42 come sezione dell’Istituto Tecnico Commerciale “Pietro Martini” di Cagliari.

Nell’anno scolastico 1958-59 è diventato autonomo ed è stato intitolato a Ottone Bacaredda, Giurista, Deputato al parlamento, Sindaco di Cagliari nei primi decenni del ‘900.

La Scuola, che per un ventennio è gradualmente cresciuta sia per numero di iscritti che per dotazione di attrezzature, verso la metà degli anni ’90, ha dato vita ad un secondo istituto per geometri situato in zona periferica: l’I.T.G. “P.L.Nervi” con sede staccata a Selargius.

Dall’A.S. 2005/06, a seguito del decreto sul "dimensionamento scolastico", l’I.T.G. Nervi è stato accorpato al nostro Istituto.

Il “Bacaredda”, durante i cinquanta anni della sua attività, ha formato oltre 8000 Geometri. Conseguito il diploma, sono numerosi coloro che hanno proseguito gli studi con successo presso le Facoltà di Ingegneria, Architettura, Geologia, Agraria e in altri ambiti.

L’Istituto continua a garantire il raggiungimento di livelli medio alti di preparazione anche per un proficuo ingresso nel mondo del lavoro, grazie alla professionalità del personale docente e di tutti gli operatori della scuola.

Attualmente è l’unico Istituto per Perito in Costruzioni Ambiente e Territorio (Ex Geometri) esistente nel Comune di Cagliari e punto di riferimento per i Comuni limitrofi alla città.

La figura di Ottone Bacaredda

Nasce a Cagliari il 20 dicembre del 1848. Conseguita la laurea in Giurisprudenza nel 1871, segue la famiglia a Firenze prima e a Genova poi, dove rimane sino al 1875, anno in cui fa definitivo ritorno in Sardegna. Durante la parentesi peninsulare, e a seguito di questa, affina la vena giornalistica già in precedenza espressa in numerosi contributi su periodici locali. Nel 1883 ottiene, all’Università di Cagliari,la cattedra di Diritto, mantenuta poi fino alla morte. Nel 1884 inizia l’attività politica che lo impegna per più di trent’anni. Molteplice è la produzione letteraria: novelle, saggi, romanzi, commedie, poesie. Tra le opere più importanti, la raccolta Bozzetti sardi (1881) e il romanzo Casa Corniola (1884), ampia rielaborazione del precedente Roccaspinosa, pubblicato a Genova nel 1874. Muore a Cagliari il 26 dicembre del 1921.
In qualità di sindaco di Cagliari curò l’abbellimento ed il decoro della città.

L’Istituto Tecnico Commerciale Atzeni (Capoterra)

L'istituto inizia la sua attività nell’anno scolastico 1990-1991 come sede staccata dell’I.T.C. “Leonardo da Vinci” di Cagliari. Nell’anno scolastico 1996-1997, è stata aperta anche una sede staccata del Liceo Scientifico “Alberti” di Cagliari e, nell’anno scolastico 2000-2001 c’è stata la “fusione” tra le due scuole che ha dato l’autonomia alla nuova Istituzione scolastica come Istituto Statale di Istruzione Superiore che, dal 1° settembre 2004, ha assunto la denominazione di I.S.I.S. “Sergio Atzeni”.

L’edificio in cui ha sede l'ISIS Sergio Atzeni è una struttura moderna ed accogliente, progettata e costruita nel rispetto delle norme igienico-sanitarie e di sicurezza, e predisposta per permettere l’accesso alle aule, ai laboratori e alla palestra anche agli studenti con disabilità fisiche.

La figura di Sergio Atzeni

Nato a Capoterra il 14 Ottobre 1952, ha vissuto a Orgosolo e poi a Cagliari dalla prima infanzia. Da giovane inizia a dedicarsi al giornalismo, collaborando con le principali testate sarde. Questo è anche il periodo in cui si iscrive al Partito Comunista Italiano, partecipando attivamente alla vita politica della città, dove suo padre Licio è stato a lungo segretario di federazione del PCI. Solo negli anni seguenti riesce a trovare un lavoro stabile (all'ENEL). Tuttavia lo abbandona presto. Nel 1986 parte per l'Europa, e in seguito si trasferisce a Torino.
Questi si rivelano gli anni più creativi nella sua carriera di romanziere, quando scrive le sue opere più importanti, come L'apologo del giudice bandito, Il figlio di Bakunìn, Passavamo sulla terra leggeri e Il quinto passo è l'addio.
I suoi romanzi sono ambientati in Sardegna e traggono spunto soprattutto dalla propria passione storica per ricostruire scenari del passato sardo, dall'epoca dei nuraghi fino alle lotte sociali dei minatori del Sulcis e dell'Iglesiente a inizio Novecento. I protagonisti delle sue storie appartengono alle più svariate classi sociali, ma in particolare Atzeni mette in scena il popolo degli umili, degli sconfitti, dei marginali.

La sua carriera di scrittore finisce tragicamente nel mare di Carloforte, dove muore il 6 Settembre 1995.

Dopo la sua morte sono stati trovati altri suoi scritti, buona parte dei quali rapidamente pubblicati. I suoi libri sono ancora oggi molto letti in Sardegna e trovano numerosi estimatori anche nel resto del paese.